Torna a contenuto principale
Avvia ricerca
 
Istituto Boselli
  
IISBoselli > Documenti condivisi > chisiamo  

 

 

 
 

CHI SIAMO

 

L’identità e le specificità del Nostro Istituto si sono rafforzate nel corso del tempo grazie all’impegno costante e quotidiano di molte componenti: presidi, docenti, personale Ata e tantissimi studenti, nell’ottica di una scuola dell’autonomia, aperta a tutti.  Siamo stati dei precursori di una didattica incentrata sui discenti, lavorando per lungo tempo, sul come si poteva fare scuola in maniera innovativa. Ci piace ricordare e ricordarci che per cominciare avevamo puntato sull’ “esaltare” le dimensioni dell’irrazionale, del piacere come molla della vera motivazione all’apprendimento.

Le parole d’ordine erano “esasperare” la creatività, l’immaginario, la libera scelta, l’aderire psicosomatico al progetto scuola. Così siamo giunti al BOSELLI FLYING SNAKE  come un modo d’essere esigente che richiedeva un lavoro corale, una Weltanschaung collettiva. La partecipazione creativa dei docenti, attraverso il lavoro delle varie commissioni, mediante  l’organizzazione dialettica  nei Consigli di classe, è  stato il punto di partenza primario di ogni innovazione didattica, seguita dal senso del rischio didattico, per accogliere le istanze della personalità degli allievi, la proiezione fattiva verso il loro futuro, l’attenzione costante al mondo extracurriculare, al mondo del lavoro, ad un vero ampliamento di orizzonti.

L’ipotesi è stata pensata alla fine degli anni Ottanta e costantemente calibrata alle esigenze concrete di lavoro e nel corso degli anni sono state fissate le parole-guida di un progetto coinvolgente e avvolgente,  esattamente come le spire di un serpente, ma capace di “prendere il volo”. Dell’esperienza di quegli anni abbiamo gelosamente conservato un “modo d’essere” docenti in maniera corale, dinamica, esigente per uscire dall’insufficienza della dimensione scolastica istituzionale, di cui tutti siamo consapevoli.

 

 “Il modo migliore per risolvere i problemi è di pensarne di più grandi”                                            

                                                                 

Oggi il nostro impegno continua all’insegna dell’inclusione, tenendo ben presenti gli input di una società in evoluzione, complessa e multietnica, che ci richiede una flessibilità didattica e strutturale che giunge a percorsi disciplinari personalizzati,  finalizzati all’obiettivo dell’uguaglianza delle opportunità per tutti i nostri allievi.

In tale ottica ci sentiamo di dover puntare all’individuo-studente, superando la “scuola del programma” per una “scuola della progettazione” il più possibile personalizzata. Una scuola di trasversalità didattica, con contenuti corali prioritari e non rigidamente disciplinari, per creare disposizioni permanenti. Per questo ci poniamo come una scuola che guarda all’Europa e al mondo intero, accogliente con gli allievi stranieri, per favorirne l’integrazione.

Quindi,  l’impianto educativo del nostro istituto punta fondamentalmente sulla motivazione, vera molla autentica dell’apprendimento. Una motivazione da esaltare ulteriormente anche in un contesto extracurriculare. Perciò il nostro istituto si propone come una scuola che dia spazio a tutto ciò che porta fuori:  viaggi, visite , feste, spettacoli, stages, scambi...... Perché il lavoro didattico non si esaurisce in aula, ma deve privilegiare la creatività, l’immaginario, la libera scelta di esperienze che si trasformano in altrettante motivazioni. Diviene fondamentale una scuola che esalti la comunicazione e tutte le attività espressive, riservando un’attenzione particolare all’animazione teatrale, alla recitazione, alle rappresentazioni coreografiche, allo sport e a tutto ciò che è spettacolo. Una scuola che sappia creare un’identità professionale,  attraverso la ricerca di un’identità del nostro stesso istituto e un orientamento fattivo verso il futuro degli allievi. Una scuola che esalti il valore della legalità e l’esperienza formativa del volontariato come cardini della coscienza civile delle nuove generazioni. Una scuola delle diversità che promuova un effettivo interesse culturale nei confronti dei “diversamente abili”  valorizzandone la cultura, le qualità umane e le capacità creative. Una scuola radicata nel territorio, che aiuti a conoscerlo, a viverlo con gioia e pienezza, contribuendo a trasformarlo. Una scuola collegata alle altre scuole e in modo particolare alle espressioni più vicine al settore commerciale della formazione professionale degli enti locali. Una scuola che promuove salute e aperta alla collaborazione attiva  con altri attori del territorio, per sviluppare le azioni previste nell’ambito della pianificazione locale della salute; una scuola che si impegna concretamente a promuovere salute tra gli utenti, facendo rete.

 

L’istituto Paolo Boselli è una scuola che promuove salute e come tale si occupa del benessere, della sicurezza e dell’inclusione nella sua comunità educante. E’ scientificamente provato che in una comunità scolastica “sana”, dove tutte le componenti promuovono lo “star bene”, si  studia, si insegna, si impara meglio e con meno fatica.

L’istituto è una scuola dell’Autonomia e in coerenza con l’Art. 4 del D.P.R 275/1999 regola i tempi dell'insegnamento e dello svolgimento delle singole discipline e attività nel modo più adeguato al tipo di studi e ai ritmi di apprendimento degli alunni adottando forme di flessibilità oraria, l'attivazione di percorsi didattici individualizzati, nel rispetto del principio generale dell'integrazione degli alunni nella classe e nel gruppo, anche in relazione agli alunni in situazione di handicap secondo quanto previsto dalla legge 5 febbraio 1992, n. 104; l’Istituto adotta l'aggregazione delle discipline in aree e ambiti disciplinari e considera le attività Servizio di hostess e di stewardStage presso scuole, Enti pubblici e privati e aziende, Attività di tutor H, tutor S, tutor SOS Italia quali attività didattiche a pieno titolo nell’ambito della flessibilità del curricolo previsto dal Regolamento dell’Autonomia Scolastica.

 

 

 

 

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA

 

L’Istituto Boselli si dichiara favorevole ad una scuola autorevole e formativa,  in cui il successo di ogni allievo sia  adeguato al percorso formativo del singolo discente visto nel suo complesso, come individuo e come persona sociale con delle capacità specifiche.

Le seguenti attività sono alla base della programmazione educativa dell’Istituto Boselli:

 

·     Dimensione orientativa:

per una scuola non selettiva, ma orientativa che presupponga l’assunzione dell’orientamento come modalità intrinseca al percorso formativo, in funzione della maturazione dell’identità personale, sociale e delle capacità decisionali e in funzione di una corretta pianificazione del futuro professionale, secondo il processo di vita specifico dello studente.

 

·     Corsi di recupero, sostegno, aggiornamento:

organizzati per rendere la scuola sempre meno selettiva, per valorizzare i livelli culturali e professionali.

 

·     Valutazione:

 come un processo posto sotto il segno della continuità diacronica (quindi osservare i mutamenti della personalità del discente dal punto di vista dell’evoluzione nel tempo) e sincronica (quindi immediata, descrittiva di fatti corrispondenti ed accordati) e della trasparenza, in un clima di fiducia reciproca tra studenti e discenti. Nella valutazione si intende tenere conto non solo del risultato nello studio, ma anche del progressivo sviluppo della personalità e delle competenze acquisite sui vari piani: cognitivo, valutativo, decisionale, operativo, relazionale, ecc. Il Collegio dei docenti stima importante il coinvolgimento degli studenti nella linearità e fondatezza dei criteri di valutazione al fine di stimolare la loro responsabilità e di favorire una valutazione critica.

 

·     Programmazione didattica:

La programmazione, comune e condivisa per ambiti disciplinari, viene effettuata ad inizio anno, sottoposta a verifica ed eventualmente modificata in base alle esigenze specifiche dell’utenza. Le linee guida (obiettivi, contenuti, criteri di verifica/valutazione …) per la progettazione didattica per competenze sono date dai singoli Dipartimenti.

La programmazione viene quindi elaborata dai singoli consigli di classe, secondo i prerequisiti e delinea il percorso formativo della classe e del singolo alunno, adeguando ad essi gli interventi operativi; utilizza il contributo delle varie aree disciplinari per il raggiungimento delle finalità e degli obiettivi educativi indicati dal Collegio dei Docenti; è sottoposta sistematicamente a momenti di verifica  e di valutazione dei risultati, al fine di adeguare l’azione didattica alle esigenze formative che emergono in itinere.

 

Nell’Istituto è praticata da anni una didattica impostata sulle competenze, pertanto vengono utilizzati regolarmente criteri comuni di verifica e di valutazione nei vari ambiti disciplinari, adottando criteri comuni di valutazione.

A seguito della valutazione degli studenti la scuola prevede interventi didattici di recupero/sostegno, sia organizzando attività specifiche per la classe, sia attivando forme di recupero in itinere specifiche per i singoli studenti.

 

 

 

URP - Ufficio relazioni con il pubblico  Elenco siti tematici Note legali Privacy
Istitutoboselli.gov.it  utilizza solo cookie tecnici, rispetto ai quali, ai sensi dell'art. 122 del Codice della Privacy e del provvedimento del Garante (8 maggio 2014), non è richiesto il consenso da parte dell'interessato. Si precisa però, che non può essere esclusa la presenza di cookie pubblicitari o di profilazione nelle pagine esterne presenti in questo sito. Scorrendo questa pagina, proseguendo la navigazione, si acconsente all'uso eventuale di cookie da parte di siti terzi.  Per approfondimenti sulla normativa clicca qui